lilida

Città: Milano Paese: Italia Età: 35 anni Sesso: femmina Iscritta da: 10/7/17

Amici

Ultimi visitatori

Le mie statistiche

  • Amici 1
  • Visitatori 1
  • Discussioni 0
  • Domande 0

lilida non ha ancora completato la sua descrizione

lilida su Tutto Gratis

Giovedì, 13 luglio 2017

lilida e DonCamillo1 sono amici. 21:32

Lunedì, 10 luglio 2017

lilida si è appena registrato alla galassia Tutto Gratis. 22:17

Muro (57)

Vedi tutto
DonCamillo1
DonCamillo1

14 aprile 2018, 13:06

"..Virgilio giudica il momento opportuno per la spiegazione: tutti quelli che muoiono in ira a Dio convengono in quel luogo da ogni paese; la giustizia divina li sprona a passare questo fiume, così che anche il loro timore diventa attesa e desiderio.."


http://divinacommedia.weebly.com/uploads/5/5/2/3/5523249/9849244.jpg?406


"...Dinanzi a me non fuor cose create
se non etterne, e io etterno duro.
Lasciate ogni speranza, voi ch'intrate"...


Ed ecco verso noi venir per nave
un vecchio, bianco per antico pelo,
gridando: "Guai a voi, anime prave! ..."


Così sen vanno su per l'onda bruna,
e avanti che sien di là discese,
anche di qua nuova schiera s'auna..."


..."Figliuol mio", disse 'l maestro cortese,
"quelli che muoion ne l'ira di Dio
tutti convegnon qui d'ogne paese; 123

e pronti sono a trapassar lo rio,
ché la divina giustizia li sprona,
sì che la tema si volve in disio. ...

Divina Commedia, inferno, canto III


Veramente Grande il Poeta: e così, anche fra noi, similmente come le anime dei dannati che hanno fretta di andare all'inferno malgrado l'eterno supplizio che li attende, ci sono coloro che con falsi pretesti desiderano la terza guerra mondiale, malgrado sappiano che essa causerà l'olocausto atomico..


http://img.liberoquotidiano.it/resizer/-1/-1/true/1516983518151.jpg--.jpg?1516983610000
.

DonCamillo1
DonCamillo1

10 aprile 2018, 21:20

CI SIAMO QUASI... :-(

https://www.focus.it/site_stored/imgs/0003/007/aperturabomba.630x360.jpg

a tutti


GIULIETTO CHIESA

FERMARE OGNI DECISIONE DI BOMBARDAMENTO IN NOME DELLA SICUREZZA DI TUTTI
[Questo appello è stato inviato a 40 bloggers italiani. Vi aggiorneremo sulle adesioni.]
La situazione militare in Siria e attorno ha ormai raggiunto il livello di guardia. Il presidente americano si accinge a prendere decisioni la cui portata e la cui pericolosità sono inimmaginabili.
Le accuse ad Assad di avere bombardato con armi chimiche il centro di Douma non sono né provate né sensate. Il rischio di uno scontro diretto con la Russia, su qualcuno degli scenari che sono già da tempo in fibrillazione, è imminente. La Russia ha già messo in stato di allarme tutte le sue difese, su tutti i fronti.
Di fronte al silenzio e alla menzogna del mainstream italiano e occidentale, noi blogger italiani facciamo appello, tutti insieme, ai partiti italiani, affinché si esprimano immediatamente chiedendo al nostro alleato principale di non commettere altre sciocchezze e di attendere il risultato di una commissione internazionale che accerti le responsabilità.
Washington non può essere il giudice supremo. Né vogliamo correre il rischio di essere trascinati in guerra senza sapere il perché.
Per questo pubblichiamo, tutti insieme, questo comunicato. Abbiamo ormai la forza informativa congiunta non meno grande di un grande quotidiano nazionale. Facciamola valere.

GIULIETTO CHIESA E PANDORA TV

PS Tutti pubblichiamo lo stesso comunicato entro questa sera. Tenendolo in prima posizione per i prossimi due giorni almeno.

DonCamillo1
DonCamillo1

10 aprile 2018, 14:41

https://youtu.be/0ZnYRQmcLSM

ORA VI DIMOSTRO CHE BEPPE GRILLO E' CONTROLLATO!

;)

DonCamillo1
DonCamillo1

09 aprile 2018, 13:05

https://quifinanza.it/fisco-tasse/riforma-del-catasto-stangata-in-arrivo-sugli-immobili-tasse-cinque-volte-piu-alte/182436/?ref=libero

FISCO E TASSE
Riforma del catasto, stangata in arrivo sugli immobili: tasse cinque volte più alte
La riforma del catasto in eredità al nuovo Governo moltiplicherebbe il valore delle case nelle grandi città e anche il conto del Fisco

9 aprile 2018 - Il nuovo Governo dovrà affrontare molti nodi ancora irrisolti. Tra questi la riforma del catasto, annunciata sul finire della scorsa legislatura ma poi congelata in attesa del suo destino.
La riforma, che prevede la convergenza tra fisco e mercato, si è bloccata di fronte all’evidenza che non si potrebbero più applicare le aliquote ora in vigore se non si vuole impoverire ancora di più famiglie e imprese e dare il colpo di grazia al mercato immobiliare.
Come riporta Corriere, se le tasse sugli immobili fossero calcolate sui valori di mercato, gli imponibili fiscali a Milano schizzerebbero alle stelle: fino a cinque volte di più in centro, almeno il doppio in periferia. Un vero e proprio salasso per le famiglie.
Il nuovo Governo avrà quindi il compito di scegliere tra due soluzioni: mantenere lo status quo e quindi anche l’ingiustizia diretta conseguenza di una situazione che per quanto riguarda gli estimi in vigore è ferma a trent’anni fa. Oppure apportare i necessari correttivi per rendere i nuovi valori sostenibili.
COSA CAMBIEREBBE – Il principale impatto della riforma del castasto si vedrà sul valore delle case nelle grandi città, destinato a essere portato molto più in su, sia in centro e sia in periferia. Ma c’è anche un altro aspetto: l’aumento delle tasse. Se le tasse sugli immobili fossero calcolate sui valori di mercato, gli imponibili fiscali crescerebbero fino a circa il doppio in periferia e a cinque volte di più in centro.
Stando infatti a una prima valutazione, basato sulla sperimentazione della riforma del catasto a Roma e Milano, è stato sì registrato un aumento del valore di mercato di oltre un terzo, ma anche un aumento delle tasse sugli immobili ovvero Tasi e Imu.
UN ESEMPIO – Il Corriere ha confrontato le quotazioni a Milano relative al secondo semestre dello scorso anno con gli estimi catastali in vigore. Da una parte ha ipotizzato che si tratti della prima casa del contribuente, e quindi con esenzione da Imu, e considerando l’imponibile ai fini delle imposte di trasferimento: va ricordato che l’imposta di registro si paga sul minor valore tra l’imponibile fiscale e il prezzo reale di acquisto.
Dall’altra, per il non residenziale ha considerato l’imponibile ai fini Imu perché le imposte sono computate sul prezzo reale. Entrando più a fondo dei dati rilevati, per le case di pregio lo scarto tra mercato e fisco arriva a superare nelle aree di maggior valore anche il 400%. Per quelle accatastate come A2 (abitazioni di tipo civile) di finitura media in zona residenziale si è sopra il 300% mentre per la classe A3 (abitazioni di tipo economico) la differenza supera il 100%. Quote differenze nel non residenziale, dove la differenza tra valore attuale e imponibile Imu per gli uffici nelle aree di pregio arriva fino al 100% per poi annullarsi progressivamente in periferia. E per i negozi, al di là del cuore vitale (quello di Via Vittorio Emanuele e del Quadrilatero), l’imponibile fiscale è maggiore del valore.



Leggi anche:

Riforma del catasto, assurdo aumento delle tasse sulla casa
https://quifinanza.it/tasse/riforma-catasto-assurdo-aumento-delle-tasse-sulla-casa/4033/

Governo, allarme Cgia: necessaria una manovra da almeno 18,5 miliardi
https://quifinanza.it/fisco-tasse/governo-allarme-cgia-necessaria-una-manovra-da-almeno-185-miliardi/182377/

La pressione fiscale in Italia è oltre il 42%. I numeri
https://quifinanza.it/fisco-tasse/la-pressione-fiscale-in-italia-e-oltre-il-42-i-numeri/181736/

Aumento Iva al 25% sempre più probabile
https://quifinanza.it/fisco-tasse/aumento-iva-al-25-nel-2019-sempre-piu-probabile-il-def-non-sterilizza-clausole-di-salvaguardia/181429/



DonCamillo1
DonCamillo1

11 marzo 2018, 12:50

Secondo me, in estrema sintesi, si potrebbe ben ipotizzare un simile schema sequenziale:

PANFILO BRITANNIA 1992:

- fase 1, mani pulite,

- fase 2, privatizzazione e svendita, crollo del prestigio dei politici,

- fase 3, crisi truffaldina, macelleria sociale ed ulteriore affossamento dell'economia,

- fase 4, grillo polarizza la legittima protesta,

- fase 5, arriva uno da firenzi, rispetto al quale grillo appare come uno serio.. malgrado sia un comico.., consegue lo sputtanamento totale,

- fase 6, Grillo completa l'opera della troika? ;)

poi, c'è chi sostiene persino che pure Grillo fosse sceso dal panfilo Britannia:

https://pianetax.wordpress.com/2016/04/02/mentana-beppe-grillo-era-a-bordo-del-famoso-britannia-nel-1992-emma-bonino-non-so-a-che-titolo-fosse-li/

notizia poi smentita dallo stesso Mentana:

https://www.termometropolitico.it/1133873_panfilo-britannia-mentana-smentisce-presunta-intervista-beppe-grillo.html

Ma chi vuole e può capire, capisca: 😂😂😂😂😂

https://www.facebook.com/davide.o.mancino/videos/1594338090656952





;)

DonCamillo1
DonCamillo1

06 marzo 2018, 17:40

ECCO A VOI, IL REDDITO DI CITTADINANZA:

http://www.lintraprendente.it/wp-content/uploads/2013/09/grillo.jpg


Il concetto di reddito di cittadinanza, è stato elaborato dal Prof. Giacinto Auriti nell'ambito dello studio universitario della teoria sul valore indotto e della proprietà popolare della moneta.

Al riguardo è stato presentato al Senato, nella 13^ Legislatura, un disegno di Legge, che, appunto, era volto a stabilire "la proprietà popolare della moneta".

Nessuno ha osato, non dico approvarlo, ma portarlo in discussione. ...Hanno forse timore di offendere soros et company??!

A che titolo, dunque, Di Maio e i suoi parlano di "reddito di cittadinanza", senza aver richiesto in parlamento la discussione sulla proprietà popolare della moneta?

Nè appare prevedibile che prendano in esame tale disegno di legge anche adesso, malgrado abbiano conseguito la maggioranza relativa... tuttavia sarei felice di essere smentito! ;)

Quindi, la terminologìa più appropriata alla demagogica affermazione dei grillini, è la rievocazione della LEGGI FRUMENTARIE dei Gracchi, che già c'erano arrivati abbastanza prima: ben 2.000 anni fa..

MI dispiace per Voi che li avete votati, ma niente di nuovo sotto il sole, e neanche sotto le STELLE. ;)



;)


© Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati | Tuttogratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti. Tuttogratis Privacy e Cookie.

rss