Hely

Città: Sestu Paese: Italia Età: 23 anni Sesso: femmina Iscritta da: 03/11/12

Ultimi visitatori

Le mie statistiche

  • Amici 0
  • Visitatori 6
  • Discussioni 1
  • Domande 2
  • Il mio look
    Eleganza, essenzialità, attenzione ai dettagli
  • L'auto da sogno
    City car, ma con classe: Beetle, Mini, Smart.

Hely su Tutto Gratis

Martedì, 1 gennaio 2013

Hely e giorgio09 sono amici. 21:10

Hely ha chiesto Quanto devo perdere e come? 21:02

Hely ha aperto la discussione quanto peso dovrei perdere e come? del forum Dieta e alimentazione 20:52

Domenica, 4 novembre 2012

Hely ha chiesto Come posso prendere una misura d regiseno? 21:06

Sabato, 3 novembre 2012

Hely ha chiesto come posso rimpicciolire i capezzoli? 22:11

Hely si è appena registrato alla galassia Tutto Gratis. 21:53

Muro (1319)

Vedi tutto
giorgio09
giorgio09

13 dicembre 2014, 16:07

FATE GIRARE se volete.. ;)

http://www.informarexresistere.fr/2014/11/01/finalmente-lo-hanno-fatto-monsanto-ha-acquistato-la-blackwater-il-maggiore-esercito-di-mercenari-del-mondo/

INFORMARE PER RESISTERE

novembre 01
21:24
2014

Finalmente lo hanno fatto:
Monsanto ha acquistato la Blackwater, il maggiore esercito di mercenari del mondo

http://www.informarexresistere.fr/wp-content/uploads/2014/11/Mercenarios-de-blackwater-712x360-680x365.jpeg

Se qualche cosa mancava alla nefasta multinazionale Monsanto ( specialista in produzioni OGM ed altri veleni per l’agricoltura ), questo era l’assoldare un esercito privato di assassini prezzolati a difesa dei propri interessi. Considerando che questa grande multinazionale controlla la distribuzione di alimenti sulla metà del pianeta, condivide asset finanziari con le più importanti società farmaceutiche e produce armi nucleari e biologiche, da ultimo si è assicurata anche la produzione del vaccino per il virus dell’Ebola ed il suo campo di interessi spazia dalla chimica all’agricoltura, agli armamenti, alle biotecnologie ed ai brevetti sulle sementi, non c’è da meravigliarsi che la grande “corporation” abbia avuto la necessità si arruolare un esercito mercenario a tutela dei propri interessi.

Questa notizia viene rivelata da una informativa di Jeremy Schaill, in una inchiesta per il giornale “The Nation”, dove si afferma che l’esercito mercenario più grande al mondo, quello dellaBlackwater (in precedenza denominato Xe Service e dopo, di recente come ” Academi”), è stato acquistato dalla multinazionale.

La Blackwater era considerato un servizio di “intelligence” privato che si era macchiato di molti crimini e violazioni di legge, in particolare durante il conflitto in Iraq dove i mercenari della Blackwater erano stati accusati di aver compiuto massacri contro i civili ed aveva operato anche su altri teatri di intervento, in Medio Oriente ed in Africa, a seguito delle forze USA. Questo esercito privato aveva cambiato il suo nome nell’anno 2009. Nonostante il suo cambiamento formale, la Blackwater continua ad essere considerata attualmente come il maggiore “contractor” privato del Dipartimento di Stato USA, come agenzia segreta di “servizi di sicurezza” che opera con azioni coperte di attività di terrorismo di Stato che vengono occultate e negate dal governo di Washington.

Alcuni siti di controinformazione hanno denunciato che molti agenti della CIA ed ex militari lavorano per la Black Water o società collegate, che cercano di deviare l’attenzione dalla loro cattiva fama ed ottenere significativi guadagni commerciali. Questi mercenari vendono i loro servizi che vanno dalle informazioni illegali fino alle tecniche di infiltrazione, lobbismo politico, spionaggio ed addestramento paramilitare per conto di governi, banche e corporations multinazionali.

Secondo quanto riferito da Scahill, il business con la Monsanto viene fatto con le commesse della Chevron e da giganti finanziari come Barclays o la Deutsche Bank, attraverso l’incarico appaltato da due società, la “Total Intelligence Solutions” ed il “Terrorism Research Center”, entrambe di proprietà di Erik Prince, lo stesso proprietario della Blackwater. Questi organismi condividono funzionari e direttori con la Blackwater.

Uno dei direttori chiamato Cofer Black, è quello che divenne famoso per la sua brutalità quando era un dirigente della CIA, fu lui stesso che prese i contatti con la Monsanto nell’anno 2008, essendo a capo della Total Intelligence. La Monsanto contrattò i suoi servizi per spiare ed infiltrare organizzazioni per la tutela dei diritti umani, degli animali e di attività transgeniche (oltre ad esercitare il controllo sulle altre multinazionali che si occupano di biotecnologie e farmaceutici).

La multinazionale Monsanto non soltanto uccide molte migliaia di persone con i suoi prodotti chimici, ma ne uccide altre anche con colpi di fucile automatico oppure per mezzo “incidenti”. Le sue vittime preferite sono giornalisti indipendenti, attivisti, esponenti politici e chiunque che si ritenga un ostacolo per i suoi piani di espansione. Ad essere contattato da Scahill, il manager Kevin Wilson della Monsanto si è rifiutato di fare commenti ma più tardi si è confermato dalla “The Nation” che la Monsanto aveva incaricato la Total Intelligence nel corso del 2008 e del 2009, secondo la società, “soltanto per effettuare una schedatura pubblica dei suoi oppositori”.

Il manager della Monsanto ha anche sostenuto che la Total Intelligence era “una società totalmente separata dalla Monsanto”. Tuttavia Schahill detiene copie di comunicazioni via mail da parte di Cofer Black, emesse dopo la riunione con Wilson della Monsanto, dove si spiega ad altri ex agenti CIA, utilizzando caselle della Blackwater, che la discussione con Wilson aveva enfatizzato il fatto che la Total Intelligence si era trasformata nel “braccio operativo della Monsanto”, “per spiare gli attivisti e per altre azioni, come integrarsi illegalmente in questi gruppi”. Risulta che la Monsanto ha pagato alla Blackwater 127.000 dollari nel 2008 e 105.000 nel 2009 per questi servizi.

Non è affatto sorprendente che una multinazionale che si dedica in forma estensiva alla scienza della morte, come la Monsanto, che si era occupata fin dagli inizi di produrre veleni tossici come l’”agente Arancio” (usato dagli USA in Vietnam), le sostanze PCB (bifenili policlorati), pesticidi, ormoni, semi geneticamente modificati, ed anche armi nucleari, si sia associata con un’altra impresa di assassini e mercenari.

Gli inizi della relazione tra Bill Gates e la Monsanto

Quasi simultaneamente con la pubblicazione di questo articolo nella The Nation, l’organizzazione degli agricoltori organici “Via Campesina”, in Argentina, ha riportato che la Fondazione Bill e Melinda Gates ha acquistato 500.000 azioni della Monsanto, pagando più di 23 milioni di dollari, una azione questa che distrugge una qualsiasi maschera di filantropia che si era dato il personaggio. Un’altra associazione fra criminali che non risulta inaspettata.

Bill Gates controlla più del 90% del mercato dei brevetti nel mondo dell’informatica, oltre a promuovere e finanziare campagne di vaccinazione per laboratori genocidi ed essendo responsabile di sperimentazioni illegali con farmaci fatte in paesi sottosviluppati, mentre la Monsanto controlla il 90 % del mercato mondiale delle sementi transgeniche e delle sementi commerciali a livello globale, avendo fondato una grande casa farmaceutica oggi denominata Pfizer.

In altre parole non esistono peggiori monopoli nel settore industriale e neppure così estesi. La stessa esistenza di questi organismi implica che gran parte del mondo è stata di fatto sottomesso ad un sistema finanziario globale e totalitario in cui viene negato il principio della libera concorrenza e del “libero mercato”.

Tanto Gates come la Monsanto sono estremamente aggressivi nel difendere i loro monopoli mal originati. Essendo al servizio delle direttive della potente famiglia dei Rothschild, sia Gates che la Monsanto si dedicano a distruggere l’agricoltura organica in tutto il mondo, cosa che ha avuto inizio principalmente attraverso “l’Alleanza per una Rivoluzione Verde in Africa” (AGRA), che ha operato come un cavallo di Troia per privare i contadini africani poveri delle loro culture tradizionali e sostituendole con le sementi transgeniche. Per questo, la Fondazione contrattò a suo tempo Robert Horsch nel 2006, che era il direttore della Monsanto.

Adesso Gates ottiene grandi profitti obbedendo alle politiche di spopolamento promosse dall’elite sionista globale.

Fonti:

BWN Argentina
Political Blindspot
Traduzione: Luciano Lago per Controinformazione

.

giorgio09
giorgio09

13 dicembre 2014, 15:48

https://www.youtube.com/watch?v=t_ssGy0LXo0

IL FUNZIONARIO OSCURO che fece paura a Helmut Kohl e si oppose alla svendita italiana


.

giorgio09
giorgio09

13 dicembre 2014, 15:46

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/8/81/Santalucia.jpg/640px-Santalucia.jpg

Santa Lucia

buon w..

giorgio09
giorgio09

09 dicembre 2014, 22:47

https://www.youtube.com/watch?v=oAD-AGCVqSY

Cosa ci aspetta dopo questa vita? La meravigliosa testimonianza di Abbeè de Robert

Pubblicato il 19 lug 2013
Abbeè de Robert, sacerdote francese figlio spirituale di Padre Pio, durante la guerra d'Algeria alla quale ha partecipato, è stato catturato e poi FUCILATO! Da quel momento Abbeè ha vissuto la particolarissima esperienza della DECORPORAZIONE, ovvero è uscito con la sua anima dal proprio corpo trivellato dalle pallottole, e ha risalito un lungo tunnel fino a giungere in Paradiso. Quello che ha visto lo segnerà profondamente per tutta la sua vita.
Padre Pio, che gli aveva predetto tutto, non lo ha mai lasciato solo!

http://www.pellegrinodipadrepio.it/wp-content/uploads/2012/12/51-Beato-Padre-Pio-Pietrelcina-581x700.jpg

.

giorgio09
giorgio09

02 dicembre 2014, 00:34

http://www.tankerenemy.com/2014/12/caronia-il-sindaco-ritiene-che-i-roghi.html#.VHz4RTGG8lJ


lunedì 1 dicembre 2014

Caronia: il sindaco ritiene che i roghi siano dovuti ad esperimenti militari
A differenza della stragrande maggioranza dei media ufficiali, riteniamo doveroso dar spazio all’odissea che stanno vivendo gli abitanti di Canneto di Caronia (Messina). Reputiamo che gli incendi ed altri fenomeni all’apparenza inspiegabili siano il fulcro di operazioni cruciali, anche se per lo più ignorate. Per ora, una sola osservazione: dopo che la frazione di Caronia è stata sgomberata, i roghi continuano: è la conferma che erano insinuazioni calunniose quelle di chi accusava i residenti di essere dei piromani.

http://2.bp.blogspot.com/-LwxuXyzd94Q/VHwu0zWFqsI/AAAAAAAAU90/IVIpglghq8k/s1600/active-denial-system-small.jpg

Palermo. Potrebbero essere gli esperimenti militari la causa dei misteriosi incendi che, dal 2004, sgomentano gli abitanti di Canneto di Caronia (Messina). Ad asserirlo, ai microfoni di “Restate scomodi”, programma trasmesso da Radio Uno dal lunedì al venerdì alle 15:30, è il sindaco di Caronia, Calogero Beringheli. Beringheli ha affermato di essere in possesso di una relazione riservata, preparata da una commissione scientifica incaricata di studiare il fenomeno.

“Lo studio - spiega il primo cittadino - rivela che fra le ipotesi più probabili delle combustioni bisogna annoverare proprio la sperimentazione di armi che diversi stati starebbero usando. Noi vogliamo sapere quali sono questi paesi. Tutto è fermo dal 2007, i monitoraggi sono stati interrotti, la commissione ha proposto alla Protezione civile di potenziare la rete dei sensori. Noi vogliamo sapere che cosa sta accadendo”.

Gli incendi, cominciati nel 2004, sono ripresi qualche mese addietro dopo una pausa. Il sindaco di recente è stato costretto ad ordinare lo sgombero delle case dei 148 abitanti della frazione. “Finché non saranno state individuate le cause - afferma Beringheli - la popolazione sgomberata non tornerà nelle abitazioni”.

Oltre ai roghi altri strani fenomeni hanno interessato la zona: dallo moria di alcune specie ittiche ai danni subiti da un elicottero della Protezione civile che sorvolava la frazione.

“A mio parere, lo Stato sa se ci sono esperimenti in corso – chiosa il sindaco - Lo Stato o qualche istituzione sa ed è assurdo che non sia stato comunicato nulla”.


Fonte: lasicilia.it

https://www.youtube.com/watch?v=nkG-xnejrwM



.

giorgio09
giorgio09

30 novembre 2014, 14:56

Se manca la sovranità monetaria, manca la sovranità stessa dello stato, il quale non sussisterà più come stato, bensì sarà un feudo!

pertanto, dopo l'AMATO panfilo BRITANNIA, abbiamo assistito impotenti e disinformati alla fine dello stato moderno con un contestuale graduale ritorno al feudalesimo.
Con l'aggravante - e non è poco - che il nuovo signore feudale non è più il condottiero militare che ci metteva la faccia ed il sangue, bensì trattasi di "illustri" sconosciuti, nascosti, anonimi, banchieri, usurai..... Per cui, alla fine, era molto meglio il Medioevo..

BELLO PROGRESSO CHE ABBIAMO FATTO! ;)


-

giorgio09
giorgio09

26 novembre 2014, 00:17

http://informatitalia.blogspot.it/2014/11/la-strana-morte-del-primo-governatore.html

lunedì 24 novembre 2014
La strana morte del primo governatore BCE, che osò parlare di signoraggio

http://marketupdate.nl/wp-content/uploads/2013/07/wim-duisenberg-euro.jpg

Di seguito pubblichiamo un articolo circa la vicenda dell'ex governatore della BCE Wim Duisenberg, il primo governatore della Banca Centrale Europea che osò denunciare il signoraggio bancario... e guarda caso muorì.
La morte risalente al Luglio 2005, mentre l'articolo che vi proponiamo di seguito è del 2006. Si tratta di una vicenda poco conosciuta anche negli ambienti della contro informazione, in quanto all'epoca i blog erano pochi e scarsamente seguiti, mentre sui media main stream la questione fu riportata ovviamente senza citare fatti e circostanze a dir poco insolite...
Staff nocensura.com
- - - -
Il padre dell'Euro, che aveva osato denunciare il signoraggio, e' morto

La scorsa estate è deceduto Wim Duisenberg, primo governatore della Banca Centrale Europea. Per la cronaca una sola cosa è certa: la data del decesso, il 31 luglio 2005. Le cause rimangono ancora oscure e nessuno, a quanto pare, si è preoccupato di indagare.
Secondo fonti ufficiali, il banchiere sarebbe stato trovato morto ai bordi della piscina della sua villa nel sud della Francia e la morte sarebbe da attribuirsi, genericamente, ad un malore. Secondo le dichiarazioni, imminenti all'accaduto, della gendarmeria francese, le cause della morte non sono state invece precisate. Secondo altri, Duisenberg sarebbe morto nel salotto e poi, chissà perché, trasportato fino ai bordi della piscina.
La poco chiara vicenda, degna di una trama da libro giallo, ci porta a far luce sulla figura del banchiere olandese.
Duisenberg inizia la sua carriera nel Fondo Monetario Internazionale, per poi ricoprire il ruolo di Ministro delle Finanze olandese, governatore della Banca Centrale olandese, molto vicino ad Hans Tietmeyer, presidente della potentissima Bundesbank tedesca. Proprio la sua posizione filo-tedesca, volta al rigore monetario, gli comporta molti avversari Oltremanica; in particolar modo in ambienti molto influenti negli Stati Uniti, poiché, dal momento del varo dell'euro, è in atto nel mondo una serie di guerre di apparente basso profilo che motivano la minaccia nei confronti del dollaro. Da governatore della BCE, lo stesso Duisenberg si è permesso di parlare pubblicamente di argomenti che non devono pervenire all'opinione pubblica: ci riferiamo esplicitamente alla risposta che lo stesso governatore fornì al Ministro Tremonti sulla possibilità di adozione di banconote da 1 e 2 euro. Duisenberg osò pronunciare una parola che, unitamente ad altre posizioni assunte, gli risultò fatale: osò parlare di signoraggio. La risposta data alla richiesta proveniente dall'Italia fu infatti questa: Spero che Mr. Tremonti si renda conto che se tale banconota dovesse essere introdotta, egli perderebbe il diritto di signoraggio che si accompagna ad essa. Dunque se egli, come ministro dell'Economia, ne sarebbe contento non lo so. Duisenberg ha osato tuonare contro i grandi sacerdoti del tempio.

Altro fatto curioso è che la morte improvvisa di Wim Duisenberg è avvenuta a meno di 48 ore dalle sentenze di rinvio a giudizio pronunciate a Milano contro filiali UBS, Deutsche Bank, Citygroup e Morgan Stanley che parte dai procuratori che stanno indagando sul crac della Parmalat. Non dimentichiamo che il banchiere olandese venne eletto primo presidente della BCE beneficiando proprio del sostegno della grande banca tedesca. In concomitanza, nelle stesse ore, un ex membro del consiglio della Citybank, Arthur Zankel, anche lui coinvolto nel caso Parmalat, precipitava da una finestra del suo appartamento da un grattacielo di New York.
Casuali coincidenze?
E' però evidente che oltre alla Banca d'Italia, anche la Banca Centrale Europea poteva avere informazioni e responsabilità sul crac Parmalat. E l'ex presidente Duisenberg e il manager americano avrebbero potuto essere chiamati a testimoniare sui flussi internazionali di denaro connessi con quella vicenda. E ciò poteva diventare enormemente sgradito a certi circoli molto potenti. Inizia così a delinearsi un quadro nitido, con indizi ben precisi a cui si va ad aggiungere il ruolo della moglie, la signora Gretta Duisenberg, fervente sostenitrice della causa palestinese e protagonista di un incontro ufficiale con Yasser Arafat. Il suo sostegno alla causa palestinese l'ha portata, secondo un aneddoto trapelato, ad esibire la bandiera palestinese dal suo balcone di casa ad Amsterdam. La bandiera, a quanto pare, è stata esposta per circa tre settimane e vista come una spina nell'occhio dai suoi vicini, una famiglia ebrea, che le ha telefonato chiedendole di levarla. Al diniego della signora Gretta, il vicino ha fatto presente la vicenda al capo di una delle comunità ebraiche della capitale, il quale ha sporto denuncia contro la signora Duisenberg per antisemitismo.
Successivamente, siccome lo sporgere denuncia non sembrava un'azione sufficiente per colpire la signora Duisenberg, si è creduto necessario coinvolgere direttamente il marito. L'incidente tra vicini è stato poi riportato alla comunità ebraica americana per chiedere che venissero prese misure politiche atte a fare dichiarare Wim Duisenberg, direttore della Banca Centrale Europea, persona non gradita negli Stati Uniti. Nel frattempo, la signora Duisenberg è stata minacciata di morte e poi alloggiata presso altro indirizzo dai servizi segreti, mentre la bandiera non sventola più dal balcone. Troppi nemici e troppo potenti. Possiamo così credere che Duisenberg è affogato nel suo salotto e poi portato ai bordi della piscina.
E non è cinematografia.

Piero Puschiavo
Fonte: www.rinascita.info
http://www.rinascita.info/cogit_content/rq_analisi/Coincidenzedavveropococasu.shtml
31.01.06


Fonte; lists.peacelink.it

Tratto da: http://www.nocensura.com/2014/11/la-strana-morte-del-primo-governatore.html


.


© Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati | Tuttogratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti. Tuttogratis Privacy e Cookie.

rss